Per iniziativa di Giorgina Graglia Scanavino, che dalla fine degli anni ’80 comincia un grande lavoro di ricerca, raccolta e archiviazione attenta e accurata dell’opera dell’Artista, nasce L’Associazione “Amici dell’Archivio Emilio Scanavino”, costituita nel 1999.

Gli esiti del lavoro svolto si traducono nella cura e pubblicazione del Catalogo Generale “Scanavino” edito da Electa nel
2000, del volume dedicato alla scultura “Scanavino – La scultura 1952-1980” edizioni Aspasia nel 2004 e di altre importanti pubblicazioni monografiche.

La Signora Scanavino è stata Presidente fino alla sua scomparsa nel 2015, avviando la strada per l’odierna gestione dell’Associazione guidata dai figli Paola e Sebastiano Scanavino.

E’ stato istituito un Comitato Scientifico per il riconoscimento e l’archiviazione delle opere autentiche. L’Associazione continua a documentare in modo scrupoloso la produzione dell’Artista al fine di conservarla, valorizzarla e tutelarla nel rispetto di quanto stabilito dal suo Statuto.

L' attività è aperta al dialogo nei confronti di tutti e si svolge anche in collaborazione con persone o enti pubblici e privati per la realizzazione di iniziative culturali, collaborando attivamente all'organizzazione di mostre in Italia e all'estero.

Consiglio direttivo

Presidente: Sebastiano Scanavino
Consiglieri: Paola Scanavino, Roger Vitiello

Comitato scientifico

Presidente: Greta Petese (Direttore Scientifico)
Membri: Rocco Guglielmo, Luigi Koelliker, Giorgio Peragallo

Emilio e Giorgina Scanavino nello studio di Calice Ligure 1976 fotografia di Nino Lo Duca